Aquananda

Il progetto Aquananda percorso di supporto clinico con il Dott. Boris Ginzburg

AquanandaIl progetto legato al metodo Aquananda prevede la presa in carico del bambino per il suo armonico sviluppo individuale e familiare perché possa in questo modo crescere con un buon equilibrio psicofisico. A tal fine il nostro progetto coinvolge non solo il bambino ma le figure intorno a lui. Innanzitutto i genitori, che saranno presenti con lui in acqua e che saranno messi in grado di ottimizzare questa importante occasione offerta dall’acquaticità per il loro figlio ma anche per se stessi.

A chi è rivolta l’acquaticità?

È rivolta a tutte quelle persone che vogliono approfondire ed arricchire la propria sensibilità corporea mantenendo l’equilibrio psicofisico o recuperandolo. E’ anche utile durante la gravidanza per un completo percorso di benessere ed è alla base di qualsiasi attività sportiva che si svolga in acqua. E’ infine utile supporto per la riabilitazione psichica o motoria

Infanzia

L’apprendimento dell’acquaticità nei primi anni di vita permette un avviamento precoce all’attività natatoria. Il passaggio all’attività sportiva avverrà secondo una metodica particolare che permetterà di sfruttare al massimo le capacità acquisite senza dover ricominciare da zero come si fa nei comuni corsi di nuoto per l’infanzia.

Gestanti

E’ basato sulle proprietà rilassanti dell’acqua a livello psicosomatico. Comprende esercizi yoga d’allungamento e di respirazione al fine di far crescere in maniera ottimale il feto dell’accettazione consapevole di questa nuova esistenza da parte della mamma e dei genitori, di diminuire i dolori del parto di prevenire o risolvere i problemi fisici tipici delle donne in gravidanza.

Adulti

Si basa su una vasta selezione di esercizi di stiramento, potenziamento e rilassamento e tecniche natatorie che risulteranno piacevoli, accessibili e a traumatici. Essi permetteranno individualmente l’ottenimento di uno stato di benessere e all’interno della famiglia la condivisione di un percorso che porterà tutti i componenti , dal bambino al nonno ,a ritrovare un armonia emozionale diffusa attraverso l’ottenimento di un sano equilibrio nella sfera psico-motoria e psico-comportamentale: ottimo presupposto per una sana crescita collettiva.

Supporto

L’acqua è uno spazio molto importante per chi ha difficoltà di tipo motorio in quanto tutti gli esercizi a terra risultano per loro difficili ed estremamente scomodi. In acqua invece, essi possono muovere il corpo con facilità e senza un enorme dispendio d’energia. In acqua, inoltre possiamo correggere tutte quelle posture sbagliate che si potrebbero assumere a terra per compensare l’eventuale difficoltà motoria. Queste tecniche di acquaticità, non solo migliorano le condizione fisiche del soggetto, ma creando in lui una forte sensazione di collocazione spazio temporale, di capacità di relazione e quindi di maggior autonomia. Apportano notevole beneficio ai disturbi anche alla sfera psichica.

Percorso di supporto clinico

Questo percorso del “Progetto Aquananda” è costituito dalla elaborazione e utilizzazione di metodiche di idrodinamicità nel bambino fin dalle prime settimane di vita, rivolte sia all’armonico sviluppo psicomotorio generale sia al supporto di terapie mediche di recupero funzionale in soggetti con patologie .

Destinatari del progetto

  • Neonati a rischio di sviluppare un danno neurologico precoce (pretermine, nati sotto peso, nati da parto distocico).
  • Bambini che dimostrano lievi ritardi neuromotori nei primi mesi di vita.
  • Bambini portatori di disabilità (paralisi cerebrale infantile, patologie neuromuscolari, sindromi genetiche e cromosomiche, disturbi psichici).
  • Bambini portatori di malattie croniche.
  • Bambini in fase pre e post operatoria in ambito cardiologico.
  • Tipologia esclusiva/prevalente dell’attività.

Il percorso Aquananda si rivolge essenzialmente al settore di intervento del recupero e del ricondizionamento con una attività specifica nell’ ambiente acquatico (vasca o eventualmente spazi aperti) L’intervento si realizza secondo tale articolazione:

  1. Valutazione iniziale (costituita da documentazione prodotta dai medici curanti e dagli specialisti di riferimento dei bambini) e dalla eventuale compilazione di una scheda valutativo/progettuale.
  2. Stesura di un percorso di stimolazione (personalizzazione degli esercizi, del rilassamento, delle esperienze acquatiche di cui il bambino può beneficiare)
  3. Compartecipazione delle conoscenze con la famiglia (i genitori esperiscono insieme al bambino le potenzialità dell’ambiente acquatico e le modalità pratiche che vengono utilizzate nel programma)
  4. Eventuale verifica del programma (a distanza variabile di tempo, concordata con la famiglia e a seconda delle necessità del bambino, si può prevedere una successiva valutazione pediatrica e valutazione neuromotoria volte sia alla verifica delle competenze raggiunte sia all’eventuale organizzazione di un ulteriore percorso)

Il programma complessivo durerà tutto il tempo necessario a sviluppare e potenziare le risorse di ogni bambino. Sono comunque possibili anche brevi stage di una settimana. Una volta evidenziato il percorso utile, si potranno eventualmente istruire i genitori per continuare una attività pratica anche a domicilio. L’attività in acqua potrà svolgersi singolarmente od a piccoli gruppi, sempre con la partecipazione di almeno uno dei genitori.

Boris Ginzburg

Nato a Mosca nel 1954. E’ laureato in cibernetica e in matematica applicativa. In vari centri di ricerca sovietici ha costruito modelli matematici per conto di biologi ,medici ed ingegneri . Negli anni 80, con Igor Tcharkovsky ,accademico delle scienze di Mosca, ha lavorato in progetti di ricerca sugli effetti dell’immersione del corpo in acqua e sulla sua reazione all’assenza di gravità nello spazio.

Nel ‘91 si è trasferito in California e dal ‘93 risiede in Italia. In Versilia ha elaborato una metodica personale sull’idromotricità nei bambini e per la gravidanza a cui ha dato il nome di “Progetto Aquananda”. Svolge la sua attività di operatore di acquaticità per bimbi abili e diversamente abili e per gli adulti in diverse strutture pubbliche e private. Tra le altre, il centro Don Gnocchi di Marina di Massa ed il Cardinale Ferrari di Parma Fontanellato (dal 2010). Alla Clinica Santa Chiara di Firenze per diversi anni anni (dal 2000) è stato usato usato il metodo Aquananda per la preparazione al parto, prima con la collaborazione attiva del dott. Boris Ginzburg e poi, in maniera autonoma.

Per richiedere informazioni o per essere contattati cliccare QUI! 

Torna alle attività da QUI!

Commenti chiusi